Dal 21 aprile hanno avuto inizio i "Martedì in onore di S. Agata". S. Messa alle ore 18.30.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Ottobre

Venerdi 30


Sabato 31


Novembre

Domenica 1


Lunedi 2


Martedi 3


Mercoledi 4


Giovedi 5


LITURGIA

San Rocco, uno dei santi taumaturghi più popolari in Occidente.

Tutti lo invocavano tra il Medioevo e l’Ottocento in occasione del rinnovarsi delle epidemie di peste.
11-08-20



San Rocco è per questo anche uno dei santi occidentali più raffigurati.

Lo rappresentarono ogni genere di artisti: tanto quelli semplici dell’arte popolare, quanto alcuni tra i più gettonati come Tintoretto, Michelangelo, Ludovico Carracci, Guido Reni, Botticelli.

E tutti lo hanno dipinto o scolpito nello stesso modo, in un modo che serve a ricordare la sua storia, la storia di un pellegrino, con bastone, mantello, bisaccia, sandali, che va, nonostante una piaga sulla gamba, che cammina in compagnia di un cane, suo unico amico.

Rocco non era italiano, ma francese. Nacque a Montpellier in una famiglia agiata della grande borghesia mercantile tra il 1345 ed il 1350.

Secondo la tradizione, una volta [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

SCIOLTA LA BANDA MUSICALE DI ALI’?

Per la festa di S. Maria del Bosco il gruppo bandistico locale è stato sostituito da quello fiumedinisano. Lo scioglimento della banda aliese rappresenta un’altra grave perdita per il paese.
06-10-17

Ancora un tassello viene meno! La banda di Alì chiude i battenti. E’ stata piuttosto evidente la sua assenza durante lo svolgimento delle festività della Madonna del Bosco, per le quali è stata sostituita da quella di Fiumedinisi. Non ci sarebbero più né i numeri, né la disponibilità del maestro Antonio Grioli, impegnato fuori sede per motivi di lavoro.

Le difficoltà del Corpo Musicale di Alì, in realtà, sono evidenti da tempo. Il gruppo di musici aliesi, ormai sparuto, non basta a svolgere i servizi richiesti e si deve continuamente ricorrere a risorse provenienti da altre località. Anche le esibizioni fuori paese, conseguentemente, sono venute meno.

Il corpo bandistico aliese è stato costituito nel 1979, riprendendo un’antica tradizione paesana che aveva avuto il suo massimo sviluppo attorno agli Anni Trenta del secolo scorso.

Dalla rifondazione si sono alternati diversi Maestri-direttori e altrettanti consigli di amministrazione. A quei tempi c’era tutto l’interesse a fare crescere il gruppo, che oltre ad esibirsi in paese veniva richiesto anche altrove, soprattutto per allietare le feste religiose. Poi, gradualmente il numero degli iscritti diminuì e non c’è stato l’auspicato ricambio generazionale. Anche l’anno scorso per la Festa Grande a fatica si è riusciti a compattare un gruppo in grado di rispondere alle esigenze di una manifestazione complessa come quella che ogni 10 anni viene organizzata in onore di S. Agata.

Ora, invece, in occasione della festa mariana appena passata, arriva la triste decisione di dover lasciare il campo ai colleghi del vicino comune fiumedinisano, con alle spalle una struttura bandistica completa ed efficiente.

Alì si ritrova, così, a dover perdere una istituzione culturale e sociale di indubbio valore per la crescita del paese. Si pensi ai tanti iscritti che hanno iniziato la loro formazione musicale con la banda e poi, appassionatisi, hanno proseguito gli studi, raggiungendo ragguardevoli livelli professionali.  Si pensi anche alla funzione sociale svolta, consentendo l’aggregazione di tanti giovani, come una delle tante attività culturali che il nostro paese deve necessariamente riscoprire e sostenere.

Quale sarà il futuro della banda di Alì? C’è chi non ci sta e propone la costituzione di una band, una sorta di banda a ranghi ridotti che possa continuare a lavorare per la conservazione dell’arte musicale ad Alì e nel contempo possa animare taluni eventi.

Speriamo che le competenze acquisite in questi anni non vadano disperse e che ancora una volta Alì non debba rinunciare a un organismo che ha contribuito a fare la storia del paese, almeno degli ultimi decenni.




twitter logo

"Gesù ci interpella perché mettiamo da parte ogni differenza e, davanti alla sofferenza, ci facciamo vicini a chiunque. #FratelliTutti"

Tweetato il 30 Ottobre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.