Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Luglio

Mercoledi 18 · S. Federico; S. Materno; S. Arnolfo

Il Signore non respinge il suo popolo.

Is 10,5-7.13-16; Sal 93; Mt 11,25-27.


Giovedi 19 · S. Epafra; S. Macrina; S. Simmaco

Il Signore dal cielo ha guardato la terra.

Is 26,7-9.12.16-19; Sal 101; Mt 11,28-30.

S. Messa ore 18,30.


Venerdi 20 · S. Aurelio; S. Apollinare; S. Elia

Tu, Signore, hai preservata la mia vita dalla fossa della distrazione.

Is 38,1-6.21-22.7-8; Cant. Is 38,10-12.16; Mt 12,1-8.


Sabato 21 · II di S. Maria - S. Lorenzo da Brindisi; S. Prassede; S. Alberico

Non dimenticare i poveri, Signore!

Mi 2,1-5; Sal 9; Mt 12,14-21.

S. Messa ore 07,00 Chiesa di S. Maria.


Domenica 22 · 16.a di Tempo Ordinario - s. Maria Maddalena

Il Signore e' il mio pastore: non manco di nulla.

Ger 23,1-6; Sal 22; Ef 2,13-18; Mc 6,30-34.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 23 · S. Brigida patr. Europa; S. Giovanni Cassiano

Benediro' il Signore in ogni tempo.

Gal 2,19-20; Sal 33; Gv 15,1-8.


Martedi 24 · VI di S. Agata - S. Charbel Makhluf; s. Cristina di Bolsena; S. Eufrasia

Mostraci, Signore, la tua misericordia.

Mi 7,14-15.18-20; Sal 84; Mt 12,46-50.

S. Messa ore 19,00.


LITURGIA

I SANTI PIETRO E PAOLO

Solennità antichissima
28-06-18


La solennità dei Santi Pietro e Paolo è antichissima: è stata inserita nel Santorale romano molto prima di quella di Natale. Nei secolo IV si celebravano già tre messe: una in san Pietro in Vaticano, l’altra in san Paolo fuori le mura, la terza alle catacombe di san Sebastiano dove furono probabilmente nascosti per un certo tempo, all’epoca delle invasioni, i corpi dei due apostoli.

San Pietro

Simone era un pescatore di Betsaida (Lc 5,3; Gv 1,44), che si era più tardi stabilito a Cafarnao (Mc 1,2 1.29). Il fratello Andrea lo introduce al seguito di Gesù (Gv 1,42); ma probabilmente Simone era stato [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

«QUANDO IL CIELO BACIO’ LA TERRA, NACQUE MARIA»

Riflessione mariana di Padre Kamil Zadrozny, il sacerdote polacco della Diocesi di Czestochowa, di 32 anni, che in questi giorni collabora P. Vincenzo nelle due parrocchie aliesi. Don Kamil studia a Roma presso l’Università Pontificia “Marianum”, dove sta conseguendo il Dottorato in Mariologia. Domenica sera sarà lui a presiedere la Celebrazione Eucaristica a conclusione della festa della Madonna del Bosco.
09-09-17

La festa mariana che la Chiesa celebra ogni anno l’8 settembre, ricorda un momento particolare della vita della Madre di Gesù, la sua nascita. Alda Merini, poetessa italiana, ha scritto: “Quando il cielo baciò la terra, nacque Maria”, ed è vero. Dio ha scelto una giovane donna di Nazaret ed ha voluto che proprio Lei diventasse la Madre del nostro Salvatore. La sua nascita è il preludio della nascita di Gesù.

Tutti siamo innamorati di Maria, la quale, con la sua materna intercessione, protegge i suoi figli; ma non solo. Lei è per tutti i cristiani modello di una vita totalmente dedicata a Dio. Alla luce della sacra Scrittura, la Vergine di Nazaret, che pur essendo tra tutte le creature umane la più vicina a Dio, ha camminato giorno dopo giorno come in un pellegrinaggio di fede, custodendo e meditando costantemente nel suo cuore la Parola che Dio le rivolgeva, nella quale riconosceva e accoglieva la misteriosa voce del Signore.

Per tutti noi, Maria Santissima è veramente Maestra di ascolto e di fedele adesione a Dio. Ci aiuta a restare sempre in ascolto del Signore ed a lasciare uno spazio interiore per riflettere sulla Parola e sulla volontà di Dio. Lei, per la comunità dei discepoli di Gesù, è sempre un esempio di come si diventa ancella della divina Parola.  La Vergine Maria è anche modello della Chiesa, che accoglie nella fede la divina Parola e si offre a Dio come “terra buona” in cui Egli può continuare a compiere il suo mistero di salvezza. Santa Maria ha saputo accogliere la Parola di Dio attraverso l’ascolto della Parola, lei ha saputo capire i bisogni degli uomini e intercedere per loro nella sua compassione.

La Vergine di Nazaret è la vera Discepola di Gesù e la perfetta figura del credente, che fa parte della comunità dei discepoli. Nella sua vita si evidenziano alcuni importanti momenti che la fanno crescere nel discepolato di tutti i credenti: la fede (cfr. Gv 14,1), l’abnegazione (cfr. Lc 14,26-27), l’accoglimento della parola (cfr. Lc 1,38), il servizio reciproco (cfr. Mc 10,42-45), il servizio alla causa del regno, la condivisione del destino del Maestro (cfr. Gv 15,20), l’esperienza della Croce (cfr. Mt 16,24; Lc 14,27; Gv 19,25-27) e la vigilanza operosa e orante (cfr. Mc 13,33-37; At 1,14; Ap 22,17).

La Madre del Signore è considerata persona autenticamente aperta all’ascolto, fedele e obbediente al progetto del Dio di Gesù Cristo e per questo la santa Vergine è il paradigma della nostra personale e comunitaria relazione con Dio, che si rivela e parla con noi e a noi ed entra in un dialogo familiare con l’umanità anche mediante la sua Chiesa.

Seguendo l’esempio della Madre di Gesù vogliamo metterci al servizio dei fratelli bisognosi e diventare, anche noi, veri discepoli di Gesù. Vogliamo seguire la sua Parola e vivere alla sua luce. La nascita di Maria ci ricorda anche il dono della vita, che va curato e protetto in ogni circostanza della nostra esistenza terrena.

 P. Kamil Zadrozny




twitter logo

"Gesù ci invita a costruire insieme la civiltà dell’amore nelle situazioni che ci capita di vivere ogni giorno."

Tweetato il 18 Luglio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.