Dal 21 aprile hanno avuto inizio i "Martedì in onore di S. Agata". S. Messa alle ore 18.30.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Settembre

Domenica 27


Lunedi 28


Martedi 29


Mercoledi 30


Ottobre

Giovedi 1


Venerdi 2


Sabato 3


LITURGIA

San Rocco, uno dei santi taumaturghi più popolari in Occidente.

Tutti lo invocavano tra il Medioevo e l’Ottocento in occasione del rinnovarsi delle epidemie di peste.
11-08-20



San Rocco è per questo anche uno dei santi occidentali più raffigurati.

Lo rappresentarono ogni genere di artisti: tanto quelli semplici dell’arte popolare, quanto alcuni tra i più gettonati come Tintoretto, Michelangelo, Ludovico Carracci, Guido Reni, Botticelli.

E tutti lo hanno dipinto o scolpito nello stesso modo, in un modo che serve a ricordare la sua storia, la storia di un pellegrino, con bastone, mantello, bisaccia, sandali, che va, nonostante una piaga sulla gamba, che cammina in compagnia di un cane, suo unico amico.

Rocco non era italiano, ma francese. Nacque a Montpellier in una famiglia agiata della grande borghesia mercantile tra il 1345 ed il 1350.

Secondo la tradizione, una volta [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

LAVORI IN CORSO NELLA CHIESA MADRE DI ALI’. I CILIARI DEL PANE HANNO DESTINATO QUANTO DA LORO RACCOLTO DURANTE LA FESTA GRANDE AL RESTAURO DEI DUE PREZIOSI LAMPADARI CENTRALI DEL DUOMO.

Da qualche settimana sono stati anche avviati i lavori di ristrutturazione dell’organo con le somme raccolte dai Ciliari delle Ragazze.
18-10-16

Il 2016, passerà certamente alla storia come un anno importante per la nostra parrocchia.

Il dono del “Giubileo Parrocchiale”, che si concluderà il prossimo 12 febbraio e la “Festa Grande” in onore della nostra Patrona S. Agata.

Questi eventi, oltre all’arricchimento spirituale, che certamente è la cosa più importante, hanno determinato una serie di in interventi sulla struttura stessa della Chiesa Madre.
Nel giugno dello scorso anno, si è partiti con lavori di impermeabilizzazione del tetto della grande Chiesa: nel 1983/84 un intervento radicale sul tetto fu realizzato dall’Assessorato regionale per i Beni Culturali. Nel corso degli anni si sono avuti interventi di manutenzione ordinaria, ma lo scorso anno l’intervento è stato di maggiore entità.

Successivamente si è intervenuti nelle due cappelle minori dell’abside: si sono tolti i marmi, ormai fatiscenti, installati negli anni settanta del secolo scorso, nuovi intonaci alle pareti, lucidatura dei pavimenti e nella cappella del Santissimo Sacramento ristrutturazione dei gradini dell’altare per permettere una più dignitosa collocazione del piccolo altare “coram” della cappella feriale.

Finiti questi lavori si è passati alla  riparazione degli intonaci delle parti alte, danneggiati da infiltrazioni e ridipintura delle pareti.

Ma non abbiamo ancora finito: come ben si sa, i “Ciliari delle Ragazze”, hanno stabilito di destinare le somme raccolte alla ristrutturazione generale dell’organo; il grande strumento che domina nell’abside maggiore, come tutti possono vedere in questi giorni, è totalmente smontato e le varie parti sono in lavorazione nella sacrestia, a cura della ditta “Organaria Bovelacci” da Ragusa.

I  “Ciliari del Pane” invece hanno destinato le loro somme al restauro dei due grandi e pregevoli lampadari centrali, opera delle vetrerie di Murano (Venezia) con cristalli di Boemia e svarovski: il restauro inizierà appena i due lampadari saranno abbassati.

E per chiudere, la “meccatura” del Pergamo o Pulpito. Quest’ultimo lavoro è già in fase avanzata. Cos’è la “meccatura”?  E’ la colorazione di tutte le parti in foglia d’argento, con una vernice dalla ricetta antica: la mecca. Questa vernice una volta passata sulle parti in argento conferirà ad esse una colorazione dorata ad imitazione dell’oro.

Come si può vedere, il grande Duomo è un laboratorio di restauro: è doveroso da parte dei cittadini di Alì e da parte dei sacerdoti alla guida della parrocchia, non trascurare questo gioiello di fede e di arte che gli antichi Aliesi hanno voluto edificare in mezzo alle loro case alla cara e amata Patrona, S. Agata.

P. Vincenzo




twitter logo

"Il #Vangelodioggi (Mt 21,28-32) chiama in causa il modo di vivere la vita cristiana, che non è fatta di sogni o di… https://t.co/wirftCWBYG"

Tweetato il 27 Settembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.