Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Maggio

Mercoledi 23 · 7.a di Tempo Ordinario - S. Desiderio; S. Onorato; S. Giovanna Antida Thouret

Beati i poveri in spirito, perche' di essi e' il regno dei cieli.

Gc 5,1-6; Sal 48; Mc 9,38-40.

S. Messa ore 18,30 Chiesa Madre.


Giovedi 24 · B.V. Maria Ausiliatrice; S. Vincenzo di Lerins

Beati i poveri in spirito, perche' di essi e' il regno dei cieli.

Gc 5,1-6; Sal 48; Mc 9,41-50.

Ad Ali' Terme, ore 18,00 S. Messa (cortile Istituto Maria Ausiliatrice e processione).


Venerdi 25 · 7.a di Tempo Ordinario - S. Beda; S. Gregorio VII ; S. Maria M. de' Pazzi

Misericordioso e pietoso e' il Signore.

Gc 5,9-12; Sal 102; Mc 10,1-12.

S. Messa ore 18,30 Chiesa Madre.


Sabato 26 · 7.a di Tempo Ordinario - S. Filippo Neri ; S. Lamberto di Vence

La mia preghiera stia davanti a te come incenso.

Gc 5,13-20; Sal 140; Mc 10,13-16.

Ore 9,00 S. Messa in Chiesa Madre.


Domenica 27 · SS. TRINITA' - S. Agostino di Canterbury

Beato il popolo scelto dal Signore.

Dt 4,32-34.39-40; Sal 32; Rm 8,14-17; Mt 28, 16-29.

Ore 11, S. Messa - faranno la loro Prima Comunione: D'Urso Michela - Fiumara Giuseppe,
Repici Silvia e Smeralda Ludovica.

Ore 19,00 S. Messa.


Lunedi 28 · 8.a di Tempo Ordinario – S. Germano; S. Ubaldesca; S. Lodovico Pavoni

Il Signore si ricorda sempre della sua alleanza.

1Pt 1,3-9; Sal 110; Mc 10,17-27.


Martedi 29


LITURGIA

S. Filippo Siriaco (d’Agira) antico Patrono di Alì

Il 12 maggio sono numerose le processioni e le manifestazioni devozionali celebrate nella Sicilia centro-occidentale in suo onore.
08-05-18

Filippo, stando a quanto scritto dal monaco Eusebio, che si dice suo compagno di viaggio, nacque in Tracia, regione sud-orientale della penisola balcanica allora provincia romana, ai tempi di Arcadio imperatore romano d’Oriente (395-408).
Fu istruito nelle discipline ecclesiastiche e anche nella lingua siriaca, a 21 anni ricevette il diaconato e poi arrivò in Italia insieme al suddetto monaco Eusebio, che a Roma gli fece da interprete. Dopo essere stato ordinato sacerdote, ebbe l’incarico di evangelizzare la Sicilia centro-occidentale, dove gli abitanti, terrorizzati dall’attività eruttiva dell’Etna, continuavano a vedere nel vulcano una manifestazione del demonio. Nell’isola, si stabilì  ad Agira, oggi [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

Altre Chiese

16-01-15

Chiesa Spirito Santo

La si può fare risalire al 1445, come si deduce dall’esistenza, nella parte alta della facciata, di una finestra circolare a conci bicromi tipicamente medioevali, successivamente trasformata in rettangolare. Altro particolare architettonico che merita di essere menzionato è il portale, di gusto rinascimentale, in pietra calcarea con timpano triangolare. Anche qui, così come nella chiesa madre ed in quella del SS. Rosario si può osservare una nicchia vuota.

Da un trentennio la chiesa è stata ristrutturata e trasformata in auditorium parrocchiale.

Allo stato originario, invece, il campanile.

 

Chiesa dell’Immacolata

Era l’antica Matrice di Alì e nel 1126 dopo la traslazione delle spoglie mortali di S. Agata, ad essa fu intitolata, fino a quando fu ultimata la splendida chiesa madre (XVI sec.). Da allora assunse il titolo di S. Agata la Vetere, così come Catania, per distinguerla dalla “nova chiesa maggiore”. Si può ipotizzare che prima del 1126 fosse dedicata all’antico patrono S. Filippo.

Nei secoli ha subito varie trasformazioni essendo stata diverse volte distrutta da incendi o guerre, ma sempre ricostruita. Verso la fine del ‘700, nuovamente distrutta, venne riedificata e dedicata all’Immacolata. Gli oggetti sacri salvatisi dai vari eventi disastrosi si trovano, oggi, nella chiesa di S. Agata. L’ultimo restauro risale al 1995. L’unica parte che ha mantenuto la propria struttura originaria è la torre campanaria, situata posteriormente e ben visibile uscendo dalla piazza principale antistante la chiesa madre.

Dell’antica chiesa madre si hanno notizie sin dal 1434, anno in cui è stata acquistata una campana. Il campanile, infatti, era dotato di orologio e campane.

Nel 1754, Padre Serafino d’Alì, scrive che “in questa Chiesa ha sede la Congregazione della Sciabica”.

 

Chiesa di S. Giuseppe

Sorge al centro del paese. In passato era beneficiale ed apparteneva alle famiglie Maggiore-Di Blasi.

La struttura interna è stata completamente rinnovata negli anni. L’altare maggiore, data la sua bellezza artistica, negli anni settanta, è stato trasportato nella chiesa madre.

Dopo i restauri l’unico particolare rimasto in pietra calcarea è il portale, con timpano triangolare, del XVI – XVII secolo. Della stessa pietra, una statuetta del santo, probabilmente in passato posta sul portale d’ingresso ed attualmente custodita nella sagrestia della chiesa madre.

 

Chiesa di S. Antonio da Padova

Appena fuori dal paese, salendo verso i monti, in una posizione dominante sorge la piccola chiesa dedicata al santo di Padova. Risalente al XVI – XVII secolo, ha un’unica navata e sul sagrato conserva una colonna votiva mozzata, probabilmente crocifera, di recente adattata a piedistallo di una statua.

E’ situata a picco sopra un terreno roccioso, da dove è possibile ammirare un suggestivo panorama del sottostante paese e di parte della riviera jonica.

 

Chiesa S. Maria del Bosco

Nella omonima contrada, immersa in un boschetto di castagni, sulla strada che porta a monte Scuderi, sorge la chiesetta di S. Maria del Bosco (o De Nemore). Anch’essa antichissima, ma più volte restaurata fino a perdere la primitiva forma. Accanto alla chiesa sorgeva il Romitorio Basiliano, di cui oggi è rimasta una sola ala. A destra del portale d’ingresso si trova una acquasantiera in marmo bianco con fondo esterno buccellato.

La località si presenta amena per la sua particolare posizione. E’ frequentata soprattutto d’estate, quando si celebrano i Sabati in S. Maria.

 

Chiesa Anime del Purgatorio

Risale al 1717 ed è ad unica navata. Il portale d’ingresso è sormontato da un pregevole bassorilievo in marmo bianco del XVIII sec. raffigurante la Madonna del Carmine con le anime del Purgatorio.




twitter logo

"La vita cristiana va investita per Gesù e spesa per gli altri."

Tweetato il 22 Maggio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.