Mercoledì 12 febbraio, Ottava di Sant'Agata: ore 16.00 S. Messa.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Febbraio

Giovedi 27


Venerdi 28


Sabato 29


Marzo

Domenica 1


Lunedi 2


Martedi 3


Mercoledi 4


LITURGIA

La Vergine Maria e il "Messaggio di Lourdes"

Nella foto: Padre Vincenzo a Lourdes celebra la S. Messa nella Grotta delle Apparizioni
10-02-20


1858, Lourdes. Ai piedi dei Pirenei, è  un paese di tagliapietre e contadini.

La famiglia Soubirous è in rovina, ridotta a vivere in un luogo prima adibito a prigione, ma che viene ritenuto inidoneo anche per i carcerati: il  Cachot.

L' 11 febbraio, Bernadette, sua sorella Toinette e una loro amica, Jeanne Abadie, vanno in cerca di legna. Si dirigono verso "il luogo dove il torrente si getta nel Gave". Arrivano dinanzi alla grotta di Massabielle. Questa é poco meno di una discarica, piena di detriti portati dal fiume, di rifiuti dei maiali,  ma anche di legna da poter raccogliere. Toinette e Jeanne attraversano l'acqua ghiacciata del torrente per raggiungerla, ma Bernadette, a causa della sua asma cronica, esita a [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

CALA IL SIPARIO SULLA FESTA GRANDE 2016: UN SUCCESSO TUTTO ALIESE (VIDEO)

Domenica 4 settembre la statua di S. Agata sarà riportata sul suo altare.
31-08-16

La Festa Grande di Alì in onore di Sant’Agata è terminata. Dal momento dell’annuncio di Padre Vincenzo sembravano momenti lontani quelli che ci si preparava a trascorrere, e invece essi fanno già parte del passato. Sono stati momenti di immensa gioia, quella stessa gioia del popolo che, come dice spesso il parroco, “fa’ la Festa”.

Sappiamo già che nessun aggettivo riuscirebbe a descrivere perfettamente le emozioni della Festa. Su questo sito, “Agathae sub Alis…”, abbiamo cercato nell’ultimo anno e mezzo di trasmettere informazioni e dettagli riguardanti la Festa, la sua storia, il suo svolgimento, e la sua immensa preparazione. È risultato impossibile, dopo aver vissuto e descritto il grande lavoro eseguito da parte di tutta la comunità aliese, non commuoversi nei momenti culminanti della Festa. L’uscita dei Cilii, avvenuta dopo la messa, e il loro rientro nel Duomo dopo la processione in tarda serata, sono due momenti importanti che ciascuno dei tantissimi presenti quella sera terrà sempre con sé.

Come già detto in altre occasioni, la Festa Grande 2016 è stata caratterizzata dalla riscoperta di aspetti storici e culturali che essa contiene, culminata, nel secondo giorno di Festa, con l’arrivo ad Alì della cassa che 890 anni fa’ contenne le spoglie della martire catanese, e che approdò sulle coste aliesi durante il viaggio. Molti hanno voluto definire quel momento, giustamente, storico. Nei tre giorni conclusivi di Festa, l’avvicendarsi di mostre, convegni e rappresentazioni, ha creato un’atmosfera capace di suscitare molta curiosità nei tanti visitatori, che hanno voluto saperne di più sulla Festa, sulle origini del culto per Sant’Agata e sul paese di Alì.

È certo che ogni Festa Grande, oltre ad avere un profondo significato religioso e folkloristico, è un punto di riferimento storico per il paese di Alì. La sua cadenza decennale, la sua unicità e la sua vastità, la rendono un evento raro che riesce a farci sentire davvero tutti parte di un gruppo, una squadra compatta, che lavora intensamente e incessantemente per la buona riuscita nei minimi particolari. Alcuni momenti, come la lavorazione del pane e i viaggi per la raccolta dell’oro, possono testimoniare come gli aliesi riescano, in occasione della Festa, a collaborare tutti insieme, lasciando da parte eventuali piccole divergenze o vecchi rancori. Il successo della Festa Grande 2016 è dovuto proprio alla collaborazione di tutti: ognuno ha dato un contributo, senza esitare, e nel pieno delle proprie potenzialità, convogliando le proprie energie e le proprie idee verso un unico obiettivo.

Ci auguriamo che possa questo essere un monito, un messaggio che la Festa vuole lasciarci. Tutti insieme, gli aliesi possono fare grandi cose. È doveroso, per ognuno di noi, non dimenticarlo.

Filippo Roma


La foto è di Giuseppe B.
Cliccando sulla foto in alto sarà possibile vedere un video sulla festa.




twitter logo

"La #Quaresima è tempo di grazia, per riconoscere che le nostre misere #ceneri sono amate da Dio, per accogliere lo… https://t.co/63Iz9WHXff"

Tweetato il 26 Febbraio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.