Dal 21 aprile hanno avuto inizio i "Martedì in onore di S. Agata". S. Messa alle ore 18.30.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Settembre

Lunedi 21


Martedi 22


Mercoledi 23


Giovedi 24


Venerdi 25


Sabato 26


Domenica 27


LITURGIA

San Rocco, uno dei santi taumaturghi più popolari in Occidente.

Tutti lo invocavano tra il Medioevo e l’Ottocento in occasione del rinnovarsi delle epidemie di peste.
11-08-20



San Rocco è per questo anche uno dei santi occidentali più raffigurati.

Lo rappresentarono ogni genere di artisti: tanto quelli semplici dell’arte popolare, quanto alcuni tra i più gettonati come Tintoretto, Michelangelo, Ludovico Carracci, Guido Reni, Botticelli.

E tutti lo hanno dipinto o scolpito nello stesso modo, in un modo che serve a ricordare la sua storia, la storia di un pellegrino, con bastone, mantello, bisaccia, sandali, che va, nonostante una piaga sulla gamba, che cammina in compagnia di un cane, suo unico amico.

Rocco non era italiano, ma francese. Nacque a Montpellier in una famiglia agiata della grande borghesia mercantile tra il 1345 ed il 1350.

Secondo la tradizione, una volta [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

Chiesa Madonna del SS. Rosario

All'interno il sepolcro marmoreo di don Pietro Fama
16-01-15

Questo sacro edificio, che ha un’importanza storico-artistica secondaria solo alla chiesa madre, si trova nel rione Ariella, sull’omonima panoramica piazzetta. Risalente al 1624, fu eretto dalla famiglia Fama ed abbellito, al suo interno, da Don Pietro Fama, vicario del Viceré di Sicilia per la parte orientale dell’isola durante il Regno di Filippo III, Re di Spagna.

L’elegante portale d’ingresso in pietra riproduce quello della chiesa madre. Sul prospetto laterale si trova la scritta, riportata dal Vangelo: “Fuit homo missus a Deo, cui nomen erat Joannes, 1669” (Venne un uomo mandato da Dio, chiamato Giovanni, 1669).

L’interno, ad univa navata, di stile barocco, custodisce una tavola della Madonna del Rosario del XVI sec., un Crocifisso ligneo del XVII sec. ed il sepolcro marmoreo del benefattore don Pietro Fama.

Quest’ultimo, di stile barocco, è composto dall’urna sorretta da due leoni e dal busto dell’illustre uomo. La scultura risale al 1669 e fu fatta eseguire dal fratello don Giuseppe.

Pietro Fama è stato valoroso Capitano delle truppe di Filippo III, Re di Spagna (1598-1621) e per i suoi meriti fu nominato Amministratore per la Sicilia Orientale. Una lapide posta sopra il sepolcro parla del suo coraggio. Don Pietro è stato avvelenato nel 1668 a Trapani durante un banchetto, da alcuni signorotti che temevano il suo sempre crescente potere.
R.R.

© RIPRODUZIONE VIETATA




twitter logo

"Il cammino della riconciliazione richiede pazienza e fiducia. Non si ottiene la #pace se non la si spera."

Tweetato il 21 Settembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.