Dal 21 aprile hanno avuto inizio i "Martedì in onore di S. Agata". S. Messa alle ore 17.00.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Maggio

Venerdi 29 · S. Paolo VI ; S. Orsola (Giulia) Ledochowska

7.a di Pasqua.

At 25,13-21; Sal 102; Gv 21,15-19.

Il Signore ha posto il suo trono nei cieli.

S. Messa ore 18,30.


Sabato 30 · S. Giovanna d'Arco; S. Ferdinando III; S. Giuseppe Marello

7.a di Pasqua.

At 28,16-20.30-31; Sal 10; Gv 21,20-25.

Gli uomini retti, Signore, contempleranno il tuo volto.


Domenica 31 · PENTECOSTE, Visitazione B.V. Maria

At 2,1-11; Sal 103; 1Cor 12,3b-7.12-13; Gv 20,19-23.

Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra.

S. Messa ore 18,30.

-- Finisce il Tempo Pasquale --


Giugno

Lunedi 1


Martedi 2


Mercoledi 3


Giovedi 4


LITURGIA

S. RITA DA CASCIA

La Santa delle cose impossibili
21-05-20


Santa Rita da Cascia
, una delle figure più invocate e venerate dai praticanti cattolici, nacque da Antonio Lotti ed Amata Ferri, due “pacieri di Cristo” (antenati dei moderni “mediatori civili” e/o ”conciliatori”, ndr) impegnati con le lotte tra guelfi e ghibellini, nel 1381 a Roccaporena, frazione di Cascia (PG). Le venne dato il nome di Margherita, ma ben presto tutti la chiamarono Rita.

Il primo miracolo le viene attribuito a soli 5 giorni dalla sua nascita, il miracolo delle Api Bianche: i genitori, impegnati nella mietitura, lasciarono Rita in una culla sotto ad un albero. Le si avvicinano 5 api [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

CIAO PLACIDO!

In tantissimi si sono riuniti attorno ai familiari, per salutare il giovane aliese scomparso improvvisamente all’età di 45 anni.
17-06-16

Si sono tenuti venerdi 17 giugno i funerali di Placido Rasconà. In tanti hanno voluto salutare un giovane uomo che sapeva farsi voler bene grazie alla sua ironia e alla sua generosità. Chi conosce bene il Duomo di Alì, sa perfettamente che per riempirlo come si deve ci vogliono tante, tante persone, proprio come è avvenuto per questa celebrazione. Le persone presenti, di Alì e dei paesi vicini, soprattutto di Fiumedinisi, erano così tante da riempire le tre navate del Duomo e la piazza antistante, e hanno sicuramente impresso un’immagine che è solita vedere solo durante le grandi feste. «È nello stile di Placido riunire così tanta gente» ha affermato durante l’omelia Don Vincenzo D’Arrigo, che non si è risparmiato sul dire quanto a Placido piacesse stare con gli amici per divertirsi e far divertire. «Non possiamo non ricordare» ha detto Don Vincenzo «il Placido della Festa di Santa Maria del Bosco. Ci faceva divertire tanto concludendo la festa impersonando “l’omu sarbaggiu” nel tradizionale spettacolo “du sciccareddu”». Padre Vincenzo ha poi ricordato quanto Placido non si risparmiasse affatto quando bisognava stare sotto una vara o sotto un “cilio”. Ha, anche, sottolineato il fatto che quest’anno sarebbe stato, come riferitogli dal Parroco di Fiumedinisi, Don Daniele, uno dei portatori della grande Vara dell’Annunziata, poiché anche a Fiumedinisi quest’anno è festa grande.
Una volta terminata la Messa, uno scrosciante applauso ha accompagnato Placido all’uscita dal portone centrale del Duomo. Emozionante il sollevamento in alto del feretro, con un sottofondo di applausi e di musica, quest’ultima suonata dai suoi amici con fisarmonica e tamburello. Così per tutto il corteo.
Placido, che innumerevoli volte aveva sollevato vare, cilii, e feretri di amici scomparsi, veniva sollevato dai tanti amici presenti, che hanno voluto omaggiarlo in modo festoso, come piaceva a lui. “Passammu cu tia tanti mumenti fasti e senza diri nenti ni lassasti”. Era questa la frase scritta su un grande striscione con una foto di Placido, che ha aperto il corteo funebre a cui hanno preso parte le centinaia di persone presenti, che hanno poi accompagnato Placido lungo tutta la via Roma e anche oltre, proseguendo fino all’incrocio che precede l’ingresso in paese, per dargli l’ultimo saluto.
Anche sui social, amici e conoscenti hanno voluto ricordare Placido con condivisioni di post, foto e ricordi.
Un funerale fuori dal comune, per ricordare un uomo molto amato. Ciao Placido!
F.R.




twitter logo

"Lo Spirito Santo, quando Lo invitiamo nelle nostre ferite, unge i brutti ricordi col balsamo della speranza, perché… https://t.co/xSGQLk5UOL"

Tweetato il 28 Maggio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.