Mercoledì 12 febbraio, Ottava di Sant'Agata: ore 16.00 S. Messa.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Febbraio

Martedi 18 · S. Elladio; S. Geltrude Comensoli; B. Giovanni da Fiesole

Gc 1,12-18; Sal 93; Mc 8,14-21.

Beato l'uomo a cui insegni la tua legge, Signore.

S. Messa ore 17,30.


Mercoledi 19 · S. Mansueto; S. Proclo; B. Corrado Confalonieri

Gc 1,19-27; Sal 14; Mc 8,22-26.

Signore, chi abitera' sulla tua santa montagna?


Giovedi 20 · S. Eucherio; S. Giacinta Marto; S. Leone di Catania

Gc 2,1-9; Sal 33; Mc 8,27-33.

Il Signore ascolta il grido del povero.

S. Messa ore 17,30.


Venerdi 21 · S. Pier Damiani; B. Maria Enrica Dominici

Gc 2,14-24.26; Sal 111; Mc 8,34-9,1.

La tua legge, Signore, e' fonte di gioia.


Sabato 22 · CATTEDRA DI SAN PIETRO

1Pt 5,1-4; Sal 22; Mt 16,13-19.

Il Signore e' il mio pastore: non manco di nulla.


Domenica 23 · S. Policarpo

Lv 19,1-2.17-18; Sal 102; 1Cor 3,16-23; Mt 5,38-48.

Il Signore e' buono e grande nell'amore.


Lunedi 24


LITURGIA

La Vergine Maria e il "Messaggio di Lourdes"

Nella foto: Padre Vincenzo a Lourdes celebra la S. Messa nella Grotta delle Apparizioni
10-02-20


1858, Lourdes. Ai piedi dei Pirenei, è  un paese di tagliapietre e contadini.

La famiglia Soubirous è in rovina, ridotta a vivere in un luogo prima adibito a prigione, ma che viene ritenuto inidoneo anche per i carcerati: il  Cachot.

L' 11 febbraio, Bernadette, sua sorella Toinette e una loro amica, Jeanne Abadie, vanno in cerca di legna. Si dirigono verso "il luogo dove il torrente si getta nel Gave". Arrivano dinanzi alla grotta di Massabielle. Questa é poco meno di una discarica, piena di detriti portati dal fiume, di rifiuti dei maiali,  ma anche di legna da poter raccogliere. Toinette e Jeanne attraversano l'acqua ghiacciata del torrente per raggiungerla, ma Bernadette, a causa della sua asma cronica, esita a [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

«UN “GRAZIE” A QUANTI OPERANO IN PARROCCHIA»

Al termine dell’anno pastorale, Padre Vincenzo ringrazia tutti coloro che generosamente si impegnano nelle attività parrocchiali.
01-06-16

Oggi, se c’è una parola poco usata, questa è il "grazie". Sembra quasi diventata un "optional". Ci stiamo creando la mentalità che la nostra vita abbia solo diritti e pochi o, addirittura, niente doveri. Quando senti rispondere: "grazie", resti un po’  meravigliato: “Ma guarda! mi ha detto grazie!".

Questa è una premessa che vuole motivare il "grazie" che la parrocchia non  deve dimenticare di dire  ad un gran numero di persone che, con  gratuità e tanta generosità, danno un vigoroso aiuto nei vari impegni della vita parrocchiale. Persone che lavorano nel silenzio ed in umiltà.

Un "grazie" che non è solo mio, di tutta la comunità parrocchiale, perché  è proprio essa a  godere del bene che queste persone fanno. Mi è venuto in mente di fare un elenco dei diversi settori dove offrono la loro collaborazione, per rendere più consapevoli i parrocchiani delle tante persone che si impegnano, dando tempo, energie, sacrifici solo e soltanto perché la fede e l'amore motivano il loro lavoro per il bene della parrocchia.

Sono:

- La Deputazione di S. Agata e quanti collaborano nel passaggio domenicale del “bossolo”;

- La Commissione di S. Maria;

 - La Confraternita di Misericordia;

- Chi cura con amore il decoro e la dignità delle nostre Chiese;

- I catechisti, le catechiste, gli educatori, i lettori, le lettrici, i ministri straordinari della Comunione, i ministranti;

- La Caritas Parrocchiale;

- Il coro parrocchiale;

- Gli operatori dell’Oratorio parrocchiale e le mamme collaboratrici;

- I vari tecnici: fotografi, cine operatori;

- Gli addetti alla pulizia della biancheria (gruppo S. Marta), l’Associazione femminile S. Agata (per la raccolta in Chiesa);

Un lungo elenco di persone che sono "la vita della parrocchia"; sono loro la "forza" che rendono possibile nei vari settori spirituali e materiali le iniziative della comunità.

Se si va avanti,  è perché ci sono loro! Gesù dice nel Vangelo: "Senza di me, non potete far nulla". Ma è Gesù che suscita in parrocchia queste persone generose perché senza di loro potremmo davvero fare poco o nulla.  Queste mie considerazioni, alla fine dell’anno pastorale non susciteranno il bisogno a chi legge di porsi questa domanda: "E perché non do’  anch'io una mano, se lo posso fare?".

Non sempre certo è possibile ma o poco o molto tutti possiamo fare qualcosa. 

Chi vuole collaborare, troverà un "Datore di lavoro" che dirà loro: BENVENUTI, GRAZIE!

Queste mie parole di ringraziamento sono un invito rivolto a tutti quelli  che vorranno unirsi a questi collaboratori perché con il poco aiuto di molti si fa sempre tanto e di più.

E un "grazie" a tutti coloro che già fanno tanto, scusandomi se avessi dimenticato qual­cuno. A tutti: "Dio ve ne renda merito".

Padre Vincenzo




twitter logo

"Ognuno di noi ha qualcosa che si è indurito nel cuore. La medicina contro la durezza del cuore è la memoria, ricord… https://t.co/C4z0HssJrg"

Tweetato il 18 Febbraio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.