Dal 21 aprile hanno avuto inizio i "Martedì in onore di S. Agata". S. Messa alle ore 18.30.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Settembre

Domenica 27


Lunedi 28


Martedi 29


Mercoledi 30


Ottobre

Giovedi 1


Venerdi 2


Sabato 3


LITURGIA

San Rocco, uno dei santi taumaturghi più popolari in Occidente.

Tutti lo invocavano tra il Medioevo e l’Ottocento in occasione del rinnovarsi delle epidemie di peste.
11-08-20



San Rocco è per questo anche uno dei santi occidentali più raffigurati.

Lo rappresentarono ogni genere di artisti: tanto quelli semplici dell’arte popolare, quanto alcuni tra i più gettonati come Tintoretto, Michelangelo, Ludovico Carracci, Guido Reni, Botticelli.

E tutti lo hanno dipinto o scolpito nello stesso modo, in un modo che serve a ricordare la sua storia, la storia di un pellegrino, con bastone, mantello, bisaccia, sandali, che va, nonostante una piaga sulla gamba, che cammina in compagnia di un cane, suo unico amico.

Rocco non era italiano, ma francese. Nacque a Montpellier in una famiglia agiata della grande borghesia mercantile tra il 1345 ed il 1350.

Secondo la tradizione, una volta [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

GIUBILEO ALIESE: ANNO DI GRAZIA, DI RICONCILIAZIONE E DI SANTITA’ DEGLI UOMINI

Avviato lo scorso 12 febbraio 2016, il Giubileo Parrocchiale Aliese si chiuderà il 12 febbraio 2017.
31-05-16

Da quando abbiamo cominciato a parlare di giubileo, molti sicuramente si saranno chiesti: cos’è un Giubileo?

Per gli ebrei era un anno dichiarato santo che cadeva ogni 50 anni, nel quale si doveva restituire l’uguaglianza a tutti i figli di Israele, offrendo nuove possibilità alle famiglie che avevano perso le loro proprietà e la libertà personale.

La Chiesa, a partire da Bonifacio VIII, nel 1300, ne ha dato un significato più spirituale. Consiste in un perdono generale, un’indulgenza aperta a tutti. È l’anno della remissione dei peccati e delle pene dei peccati, della riconciliazione, della conversione e della penitenza sacramentale.

Che cosa significa la parola “giubileo”?

Deriva dall’ebraico, “jobel”, che vuol dire “caprone”, in riferimento al corno di montone usato per suonare nelle cerimonie sacre, e che dava l’annuncio dell’anno particolare che si celebrava ogni cinquanta anni.

Viene chiamato pure Anno Santo, perché si svolge con solenni celebrazioni  e perché ha come obiettivo la santità degli uomini.

Secondo la dottrina della Chiesa cattolica, il peccato grave ha una duplice conseguenza:

la privazione della comunione con il Signore (pena eterna, l’inferno) e l’attaccamento malsano alle creature (pena temporale da scontare in purgatorio).

Al peccatore pentito Dio, attraverso la confessione, dona il perdono dei peccati e la remissione della pena eterna. Con l’indulgenza la misericordia divina condona anche la pena temporale per i peccati confessati e aiuta a superare i disordini lasciati nell’uomo dal male commesso.

L’indulgenza giubilare è detta plenaria perché è una grazia straordinaria che guarisce completamente l’uomo.

Con un atteggiamento di distacco da ogni peccato: confessandosi, partecipando alla Messa, con atti di carità e di penitenza; con il pellegrinaggio ad un luogo giubilare, nel nostro caso visitando la nostra  Chiesa Madre, si può ricevere il dono dell’indulgenza.

Noi stiamo celebrando il Giubileo della Misericordia, voluto da Papa Francesco ed apertosi l’otto dicembre dello scorso anno, ma inserito in questo contesto di Misericordia e di Perdono, il 12 febbraio scorso, si è dato avvio al Giubileo Parrocchiale Aliese, che la Penitenzeria  Apostolica, su mandato del Papa, ha concesso alla nostra Comunità.

E’ un dono di grazia, per ricordare il 450° anniversario dell’edificazione della nostra grande chiesa parrocchiale, ma nel contempo, un’occasione forte che la Chiesa ci offre per rinnovare la nostra vita e dare a tutti gli uomini, anche ai non credenti, una buona testimonianza di fede.

Padre Vincenzo




twitter logo

"Il #Vangelodioggi (Mt 21,28-32) chiama in causa il modo di vivere la vita cristiana, che non è fatta di sogni o di… https://t.co/wirftCWBYG"

Tweetato il 27 Settembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.