Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Luglio

Mercoledi 18 · S. Federico; S. Materno; S. Arnolfo

Il Signore non respinge il suo popolo.

Is 10,5-7.13-16; Sal 93; Mt 11,25-27.


Giovedi 19 · S. Epafra; S. Macrina; S. Simmaco

Il Signore dal cielo ha guardato la terra.

Is 26,7-9.12.16-19; Sal 101; Mt 11,28-30.

S. Messa ore 18,30.


Venerdi 20 · S. Aurelio; S. Apollinare; S. Elia

Tu, Signore, hai preservata la mia vita dalla fossa della distrazione.

Is 38,1-6.21-22.7-8; Cant. Is 38,10-12.16; Mt 12,1-8.


Sabato 21 · II di S. Maria - S. Lorenzo da Brindisi; S. Prassede; S. Alberico

Non dimenticare i poveri, Signore!

Mi 2,1-5; Sal 9; Mt 12,14-21.

S. Messa ore 07,00 Chiesa di S. Maria.


Domenica 22 · 16.a di Tempo Ordinario - s. Maria Maddalena

Il Signore e' il mio pastore: non manco di nulla.

Ger 23,1-6; Sal 22; Ef 2,13-18; Mc 6,30-34.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 23 · S. Brigida patr. Europa; S. Giovanni Cassiano

Benediro' il Signore in ogni tempo.

Gal 2,19-20; Sal 33; Gv 15,1-8.


Martedi 24 · VI di S. Agata - S. Charbel Makhluf; s. Cristina di Bolsena; S. Eufrasia

Mostraci, Signore, la tua misericordia.

Mi 7,14-15.18-20; Sal 84; Mt 12,46-50.

S. Messa ore 19,00.


LITURGIA

I SANTI PIETRO E PAOLO

Solennità antichissima
28-06-18


La solennità dei Santi Pietro e Paolo è antichissima: è stata inserita nel Santorale romano molto prima di quella di Natale. Nei secolo IV si celebravano già tre messe: una in san Pietro in Vaticano, l’altra in san Paolo fuori le mura, la terza alle catacombe di san Sebastiano dove furono probabilmente nascosti per un certo tempo, all’epoca delle invasioni, i corpi dei due apostoli.

San Pietro

Simone era un pescatore di Betsaida (Lc 5,3; Gv 1,44), che si era più tardi stabilito a Cafarnao (Mc 1,2 1.29). Il fratello Andrea lo introduce al seguito di Gesù (Gv 1,42); ma probabilmente Simone era stato [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

Il concorso “Guarda sempre avanti” per celebrare la figura di Madre Maddalena Morano fondatrice dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Alì Terme

La Salesiana è stata proclamata Beata vent’anni fa a Catania da Papa Giovanni Paolo II
12-01-15

Il 5 novembre scorso, in occasione dell’apertura delle celebrazioni nel ventesimo anniversario della beatificazione di Madre Maddalena Morano (avvenuta a Catania nel 1994, alla presenza di Giovanni Paolo II), le suore dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Alì Terme hanno avviato una serie di manifestazioni per ricordare l’importante evento ed il ruolo che ebbe l’attività missionaria della suora piemontese, in Sicilia e ad Alì Terme, in particolare. Queste celebrazioni si concluderanno il 26 marzo 2015 a Catania, presso l’Ispettoria Sicula delle figlie di Maria Ausiliatrice, luogo in cui Madre Morano è tornata alla casa del padre, il 26 marzo 1908. In questo periodo, nelle varie comunità siciliane, fondate dalla suora piemontese, sono state programmate una serie di eventi (manifestazioni, incontri, dibattiti) sul ruolo svolto da Madre Morano, sulla sua figura e sulla missione educativa ed evangelizzatrice svolta. Si ricordi che al suo arrivo nell’isola le case salesiane esistenti erano solo due, alla sua morte, invece, se ne contavano ben 18. L’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Alì Terme, fondato dalla religiosa è il luogo in cui, per sua stessa volontà, riposano le sue spoglie. Ella ebbe un rapporto privilegiato con la cittadina jonica, al punto che quella ivi fondata è stata definita “la casa del cuore”, e proprio qui chiese di essere seppellita alla sua morte. Il suo corpo oggi è esposto alla venerazione dei fedeli, in una teca trasparente, in una cappella della chiesa interna di quell’istituto da lei fondato nel 1890: era il 25 luglio quando assieme ad altre due suore e ad una novizia apre la nuova casa di Alì Marina; il 9 agosto, camminando per le spiagge ha invitato ragazze e ragazzi a frequentare l’oratorio; l’attività iniziò ufficialmente il giorno successivo. Un legame filiale molto forte, dunque, oggi come allora, unisce la comunità aliese alla fondatrice di quel collegio, che per diverse generazioni è stato luogo di formazione di tante giovani, il cui bagaglio culturale ed educativo acquisito è stato sempre un elemento distintivo nella società e nei luoghi di lavoro. Questo vincolo sentimentale ha fatto sì che la famiglia salesiana di Alì Terme organizzasse un concorso, intitolato “Guarda sempre avanti” (famosa frase della Beata), rivolto agli studenti che frequentano le scuole del comprensorio jonico, dalla prima classe della scuola primaria fino al biennio delle scuole superiori di secondo grado. La presentazione ufficiale è stata fatta il 13 novembre 2014 ad Alì Terme, alla presenza di alcune scolaresche, in occasione del triduo di preparazione alla festa della beata (15 novembre, giorno della sua nascita, avvenuta a Chieri nel 1847).   Lo scopo dell'iniziativa è quello di far conoscere, ancor di più, Madre Morano nella riviera jonica. Termine ultimo per potersi iscriversi è il 30 gennaio 2015, mentre per presentare i vari elaborati, ci sarà tempo fino al 28 febbraio 2015. Il concorso si suddivide in tre categorie: le prime tre classi della scuola primaria potranno partecipare con elaborati artistici (immagini, sculture ed elaborati di ogni tipo) e poesie; i ragazzi che frequentano dalla quarta classe della scuola primaria alla seconda di quella secondaria di primo grado, oltre agli elaborati artistici  ed alle poesie, potranno produrre anche delle canzoni (testo e musica); terza classe della scuola secondaria di primo grado e biennio della scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore), oltre agli elaborati già descritti, potranno presentare anche video e/o musical, della durata massima di dieci minuti. La premiazione avverrà il 26 marzo 2015 presso l’Istituto Salesiano di Catania, data in cui si concluderanno i festeggiamenti del Ventennale della Beatificazione di Madre Maddalena Morano.

 Piero Cozzo


Regolamento concorso e modulo iscrizione




twitter logo

"Gesù ci invita a costruire insieme la civiltà dell’amore nelle situazioni che ci capita di vivere ogni giorno."

Tweetato il 18 Luglio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.