Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Novembre

Lunedi 12


Martedi 13


Mercoledi 14


Giovedi 15


Venerdi 16


Sabato 17


Domenica 18


LITURGIA

11 novembre: S. Martino di Tours

09-11-18


Quattromila chiese dedicate a lui in Francia, e il suo nome dato a migliaia di paesi e villaggi; come anche in Italia, in altre parti d’Europa e nelle Americhe: Martino il supernazionale. Nasce in Pannonia (che si chiamerà poi Ungheria) da famiglia pagana, e viene istruito sulla dottrina cristiana quando è ancora ragazzo, senza però il battesimo. Figlio di un ufficiale dell’esercito romano, si arruola a sua volta, giovanissimo, nella cavalleria imperiale, prestando poi servizio in Gallia. E’ in quest’epoca che può collocarsi l’episodio famosissimo di Martino a cavallo, che con la spada taglia in due il suo mantello militare, per difendere un mendicante dal freddo.
Lasciato l’esercito nel 356, raggiunge [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

Mons. Francesco Montenegro nominato Cardinale da Papa Francesco

Il nuovo porporato è messinese ed è stato per diversi anni Vescovo Ausiliare nella Città delle Stretto
04-01-15

L’annuncio è stato dato durante l’Angelus di oggi da Papa Francesco, tra i 15 nuovi Cardinali elettori c’è il messinese Mons. Franco Montenegro, già Vescovo Ausiliare di Messina, dove per tutti è “don Franco”, e da alcuni anni Arcivescovo di Agrigento. La nomina sarà ufficializzata in Vaticano durante il Concistoro del prossimo 14 febbraio. I 15 nuovi Cardinali provengono da 13 nazioni di ogni continente e, di questi, solo due sono italiani (l’altro è l’Arcivescovo di Ancona-Osimo, Mons. Edoardo Menichelli). Mons. Montenegro, è intimo amico di Padre Vincenzo, che, visibilmente commosso per la notizia, dice di lui: “Sono felice per la nomina a Cardinale di una persona molto valida e soprattutto amico dei poveri e degli emarginati. Don Franco è un uomo molto semplice, cordiale e sicuramente all’altezza dell’alto compito cui il Santo Padre lo ha chiamato”. Padre Vincenzo, inoltre, ha fatto pervenire al neo-Cardinale gli auguri suoi e delle comunità di Alì e Alì Terme, oltre che del Vicariato S. Maria della Catena che rappresenta. Montenegro, durante la sua permanenza nella nostra Diocesi, è stato un grande frequentatore della Parrocchia di Alì, dove è stato apprezzato particolarmente per la sua comunicatività e la profondità d’animo. Ha presieduto diverse celebrazioni durante le festività agatine, benedicendo, tra l’altro, il nuovo Ambone del Duomo e la prima ambulanza della locale sezione della Misericordia. Uomo di fede molto apprezzato in tutto il mondo ecclesiastico, Mons. Montenegro, molto vicino alla gente comune, si è sempre distinto per le sue energiche prese di posizione contro ogni sopruso, a tutela dei più deboli. La notizia è stata appresa con gioia, soprattutto nella Diocesi di Agrigento, dove le campane di tutte le parrocchie sono state suonate a festa. Ora, in Sicilia, sono due gli Arcivescovi che indossano la berretta rosso porpora, lui e Mons. Paolo Romeo, che guida la Diocesi di Palermo, prossimo al pensionamento. Da tempo, oltretutto, si vocifera circa la possibilità che sia proprio Montenegro il successore di Romeo. Mons. Francesco Montenegro è nato a Messina il 22 maggio 1946. Dopo aver studiato Teologia pastorale all'Ignatianum è stato ordinato presbitero l'8 agosto 1969. Divenuto parroco, ha svolto anche il ruolo di segretario particolare degli arcivescovi Fasola e Cannavò. Negli anni successivi fu Vicario Generale e poi Vescovo Ausiliare di Messina (nominato da Papa Giovanni Paolo II nel 2000). Dal maggio 2003, per cinque anni, è stato presidente della Caritas italiana. Nel 2008 Papa Benedetto XVI lo ha nominato Arcivescovo Metropolita di Agrigento, ministero che mantiene tuttora. Nella Conferenza Episcopale Italiana, dal 2013 è presidente della Commissione Episcopale per le migrazioni. Attualmente è anche presidente della Fondazione "Migrantes" promossa proprio dalla Cei.
(Nelle foto sotto, Mons. Montenegro in visita alla scuola di Alì e durante la benedizione dell'ambulanza della Misericordia).
Roberto Roma











twitter logo

"Preghiamo oggi per i vescovi, perché siano sempre come san Paolo gli chiede di essere: umili, miti, servitori. #SantaMarta"

Tweetato il 12 Novembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.