Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Luglio

Mercoledi 18 · S. Federico; S. Materno; S. Arnolfo

Il Signore non respinge il suo popolo.

Is 10,5-7.13-16; Sal 93; Mt 11,25-27.


Giovedi 19 · S. Epafra; S. Macrina; S. Simmaco

Il Signore dal cielo ha guardato la terra.

Is 26,7-9.12.16-19; Sal 101; Mt 11,28-30.

S. Messa ore 18,30.


Venerdi 20 · S. Aurelio; S. Apollinare; S. Elia

Tu, Signore, hai preservata la mia vita dalla fossa della distrazione.

Is 38,1-6.21-22.7-8; Cant. Is 38,10-12.16; Mt 12,1-8.


Sabato 21 · II di S. Maria - S. Lorenzo da Brindisi; S. Prassede; S. Alberico

Non dimenticare i poveri, Signore!

Mi 2,1-5; Sal 9; Mt 12,14-21.

S. Messa ore 07,00 Chiesa di S. Maria.


Domenica 22 · 16.a di Tempo Ordinario - s. Maria Maddalena

Il Signore e' il mio pastore: non manco di nulla.

Ger 23,1-6; Sal 22; Ef 2,13-18; Mc 6,30-34.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 23 · S. Brigida patr. Europa; S. Giovanni Cassiano

Benediro' il Signore in ogni tempo.

Gal 2,19-20; Sal 33; Gv 15,1-8.


Martedi 24 · VI di S. Agata - S. Charbel Makhluf; s. Cristina di Bolsena; S. Eufrasia

Mostraci, Signore, la tua misericordia.

Mi 7,14-15.18-20; Sal 84; Mt 12,46-50.

S. Messa ore 19,00.


LITURGIA

I SANTI PIETRO E PAOLO

Solennità antichissima
28-06-18


La solennità dei Santi Pietro e Paolo è antichissima: è stata inserita nel Santorale romano molto prima di quella di Natale. Nei secolo IV si celebravano già tre messe: una in san Pietro in Vaticano, l’altra in san Paolo fuori le mura, la terza alle catacombe di san Sebastiano dove furono probabilmente nascosti per un certo tempo, all’epoca delle invasioni, i corpi dei due apostoli.

San Pietro

Simone era un pescatore di Betsaida (Lc 5,3; Gv 1,44), che si era più tardi stabilito a Cafarnao (Mc 1,2 1.29). Il fratello Andrea lo introduce al seguito di Gesù (Gv 1,42); ma probabilmente Simone era stato [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

Mons. Francesco Montenegro nominato Cardinale da Papa Francesco

Il nuovo porporato è messinese ed è stato per diversi anni Vescovo Ausiliare nella Città delle Stretto
04-01-15

L’annuncio è stato dato durante l’Angelus di oggi da Papa Francesco, tra i 15 nuovi Cardinali elettori c’è il messinese Mons. Franco Montenegro, già Vescovo Ausiliare di Messina, dove per tutti è “don Franco”, e da alcuni anni Arcivescovo di Agrigento. La nomina sarà ufficializzata in Vaticano durante il Concistoro del prossimo 14 febbraio. I 15 nuovi Cardinali provengono da 13 nazioni di ogni continente e, di questi, solo due sono italiani (l’altro è l’Arcivescovo di Ancona-Osimo, Mons. Edoardo Menichelli). Mons. Montenegro, è intimo amico di Padre Vincenzo, che, visibilmente commosso per la notizia, dice di lui: “Sono felice per la nomina a Cardinale di una persona molto valida e soprattutto amico dei poveri e degli emarginati. Don Franco è un uomo molto semplice, cordiale e sicuramente all’altezza dell’alto compito cui il Santo Padre lo ha chiamato”. Padre Vincenzo, inoltre, ha fatto pervenire al neo-Cardinale gli auguri suoi e delle comunità di Alì e Alì Terme, oltre che del Vicariato S. Maria della Catena che rappresenta. Montenegro, durante la sua permanenza nella nostra Diocesi, è stato un grande frequentatore della Parrocchia di Alì, dove è stato apprezzato particolarmente per la sua comunicatività e la profondità d’animo. Ha presieduto diverse celebrazioni durante le festività agatine, benedicendo, tra l’altro, il nuovo Ambone del Duomo e la prima ambulanza della locale sezione della Misericordia. Uomo di fede molto apprezzato in tutto il mondo ecclesiastico, Mons. Montenegro, molto vicino alla gente comune, si è sempre distinto per le sue energiche prese di posizione contro ogni sopruso, a tutela dei più deboli. La notizia è stata appresa con gioia, soprattutto nella Diocesi di Agrigento, dove le campane di tutte le parrocchie sono state suonate a festa. Ora, in Sicilia, sono due gli Arcivescovi che indossano la berretta rosso porpora, lui e Mons. Paolo Romeo, che guida la Diocesi di Palermo, prossimo al pensionamento. Da tempo, oltretutto, si vocifera circa la possibilità che sia proprio Montenegro il successore di Romeo. Mons. Francesco Montenegro è nato a Messina il 22 maggio 1946. Dopo aver studiato Teologia pastorale all'Ignatianum è stato ordinato presbitero l'8 agosto 1969. Divenuto parroco, ha svolto anche il ruolo di segretario particolare degli arcivescovi Fasola e Cannavò. Negli anni successivi fu Vicario Generale e poi Vescovo Ausiliare di Messina (nominato da Papa Giovanni Paolo II nel 2000). Dal maggio 2003, per cinque anni, è stato presidente della Caritas italiana. Nel 2008 Papa Benedetto XVI lo ha nominato Arcivescovo Metropolita di Agrigento, ministero che mantiene tuttora. Nella Conferenza Episcopale Italiana, dal 2013 è presidente della Commissione Episcopale per le migrazioni. Attualmente è anche presidente della Fondazione "Migrantes" promossa proprio dalla Cei.
(Nelle foto sotto, Mons. Montenegro in visita alla scuola di Alì e durante la benedizione dell'ambulanza della Misericordia).
Roberto Roma











twitter logo

"Gesù ci invita a costruire insieme la civiltà dell’amore nelle situazioni che ci capita di vivere ogni giorno."

Tweetato il 18 Luglio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.